Storia di Venezia
Home Page di venezia
TROVA
Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 18 08 1298:   A qualsiasi sfoderi le armi in San Marco o in Palazzo Duca­le verrÀ --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 3 luglio
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

3 luglio 407
Muore San Eliodoro.
Il suo corpo verrÀ prima portato ad Altino e poi, durante le migrazioni,
trasferito a Torcello, dove nel Seicento verrÀ riposto sotto l'Altar Maggiore della Cattedrale.
3 luglio 1281
A Orvieto gli inviati della Serenissima firmano con il Re Carlo d'AngiÀ un
accordo per la riconquista di Costantinopoli. Viene precisato che i
Veneziani parteciperanno con quindici galee e dieci taride per il
trasporto di truppe. Conosciuta anche come caracca, la tarida era un legno da commercio e da guerra di cui si ignorano le dimensioni e la stazza esatte.
Comunque si sa che con imbarcazioni di questo tipo vennero, nel 1176, trasportate a Venezia le colonne monolitiche della Piazzetta conquistate a Costantinopoli.
3 luglio 1312
Muore a Venezia, in fama di santitÀ, il Doge Marino Zorzi. Il luogo della
sua sepoltura vien tenuto gelosamente segreto allo scopo d'impedire che il
popolo dissotterri la salma per dividersi le vesti come reliquie. Oggi la
sua lastra tombale si puÀ vedere in chiesa dei SS. Giovanni e Paolo.
3 luglio 1373
Essendovi avvenute tre grandi vittorie contro Zara, contro i Turchi e
contro gli Ungheri, il giorno 31 marzo, festa di San Marcilian (San Marziale) viene dichiarato Festa Solenne.
3 luglio 1391
Francesco Falier viene eletto Vescovo di Olivolo (Castello).
3 luglio 1487
Durante un temporale cade un fulmine che danneggia notevolmente il
Campanile di Sant'Angelo.
3 luglio 1592
Muore a Venezia, suicida per frenesia, il pittore Francesco da Ponte
detto il Bassano. Missier Francesco Bassano pittor de anni 42 - annuncia il necrologio sanitario - se butÀ zozo da un balcon per frenesia. Figlio del grande Jacopo, aiutÀ il padre nei lavori in Palazzo Ducale e vi dipinse da solo alcuni quadri del soffitto nella sala del Maggior Consiglio.
3 luglio 1615
In un decreto emanato in questo giorno si fa menzione delle stue, dove parecchi prendevano a curare malati di diverse qualitÀ di mali, e da se stessi gli ordinavano decotti di legno, che non avendo cognitione della complessione del patiente, per il piÀ lo abbrugiano, altri fanno ontioni con l'argento vivo (mercurio), profumi, od altro, a gran danno del prossimo, et
anima loro, et altri, segnando da strigarie
(facendo gesti da stregone) danno medicamenti per bocca cosÀ gagliardi che, invece di cacciar spiriti, cacciano l'anima.
Le stue, secondo quanto afferma il Galliccioli, erano gli ambienti dove esercitavano quei cerusici che tagliavano i calli e le unghie dei piedi e venivano cosÀ chiamate perchÀ vi era sempre pronta molta acqua
calda.
Secondo il Romanin venivano chiamate stue perchÀ vi si facevano, a pagamento, i bagni turchi, ossia le odierne saune.
3 luglio 1764
I Fornai di Venezia disputano una curiosa regata sul Canale di Cannaregio usando come imbarcazioni le madie per impastare il pane e come remo dei mestoli di legno.
3 luglio 1852
Hanno inizio i lavori del tronco ferroviario Treviso - Pordenone.
3 luglio 1909
I giornali di Vicenza registrano, con sorpresa, i progressi della
circolazione automobilistica in cittÀ: Questa elegante e rapidissima
vettura, spavento e terrore dei viandanti, affacciatasi timidamente
all'alba del secolo, aumenta continuamente il suo passaggio, di giorno e di
notte, per Vicenza. Nella sola giornata di ieri sono transitate ben quaranta
automobili
.

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP