Venice History
Venecija enter page
BRZA PRETRAGA
Birth of Venice

History of Venice

In Venice, along the Year
..................
Venice History, Notes on
Venice History, search
...
VENECIJA, 17 09 1348:   Approfittando della peste che affligge la Serenissima gli abitanti di Capod --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

This Almanac about Venice History

comes from years of research in the Frari Archives, in the Marciana Library and in Correr Museum.
Between old shelves, turning the pages of ancient Buste, Raspe, Commentarii, I could taste the emotion of touching manuscripts, with signatures and seals of Procuratori, Dogi, Condottieres...
I transcribed the many interesting things I have discovered part on books, others on slide-shows, others more are just laying as simple notes on my personal archives.

Luigi "Gigio" Zanon

Venice History, Notes on 24 June
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">previous day</span> previous day     next day <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">next day</span>

24 June 1258
Durante una delle tante guerre contro Genova trentanove navi al comando di Lorenzo Tiepolo, Andrea Zeno e Paolo Falier, si scontrano con la flotta Genovese poco lungi dal porto di Acri.
Venticinque navi vengono catturate, le altre volte in fuga e i quartieri genovesi di Acri saccheggiati e bruciati.

24 June 1480
I quattromila Genovesi assediati in Chioggia, senza speranza di ricevere aiuto dall'esterno e sfiniti dalla fame, si arrendono ai Veneziani senza condizioni.
In Venezia esploĂ‚­de l'entusiasmo popolare: Ă€¨ la fine della guerra di Chioggia, durata quasi due anni e che aveva seriamente minacciato la Serenissima da vicino.
24 June 1508
Un ortolano chioggiotto, Baldissera Zanon, mentre pasĂ‚­seggia sulla spiaggia di Sottomarina, vede improvvisamente comĂ‚­parire una giovane donna seduta sopra uno zocco (ceppo d'albero).
La fanciulla gli dice di essere la Madonna e lo incarica di riferire che Chioggia deve fare penitenza per i suoi peccati, quindi monta su una piccola barca e scomĂ‚­pare.
La Madonna della Navicella Ă€¨ venerata nella Chiesa di San Giacomo, a Chioggia, dove si conserva anche lo zocco su cui miracolosamente apparve.
24 June 1586
Viene disposto dal Consiglio dei Dieci che colui che denunci chi abbia gettato fanghi o rovinazzi nei canali potrĂ€  liberare un bandito per omicidio puro, oltre naturalmente riscuotere le taglie fissate.
Il problema degli scarichi abusivi, specialmente di mateĂ‚­riale di costruzione Ă€¨ sempre risultato di ardua soluzione, viste le caratteristiche del territorio lagunare; con quella legge si sperava di ovviare almeno in parte a tale malcostume.

24 June 1645
Al Provveditore Generale di Candia, Andrea Corner, arriva un rapporto dal provveditore di Canea: da Capo Spada si vede un'immensa foresta di vele Turche che dirige sull'isola. La sera stessa l'Armata Ottomana, composta da ben cinquanĂ‚­tamila uomini, sbarca sulla spiaggia di GognĂ€ , a quindici miglia da Canea. La cittĂ€  Ă€¨ ben presto assediata.

La Flotta Turca attacca anche il Castello di San Todero, uno dei capisaldi dell'isola di Candia, difeso da pochi cannoni e da un'esigua guarnigione Veneziana. Dopo accanito comĂ‚­battimento, i Turchi riescono a penetrare nel castello. L'istriano Biagio Zulian (o Giuliani), comandante della roccaforte, corre al deposito delle polveri e vi dĂ€  fuoco.
Pochi giorni dopo, a Venezia, Doge e Senatori ascoltano in piedi la relazione del fatto eroico: Il capitan Giuliani, dato fuoco alla municione, ha piĂ€ą tosto voluto morire generosamente con li suoi, et con gran parte dei medesimi Turchi quali vi erano entrati, che mai rendersi. VolĂ€˛ quel prode coi compagni gloriosamente in Cielo et mandĂ€˛ cenĂ‚­tinaia di anime turche all'inferno.


24 June 1866
Le truppe Piemontesi, rinforzate da soldati dell"™ex Regno di Napoli e da quelle della nuova Italia, seppure in stragrande vantaggio di uomini e di artiglierie subiscono una sonora sconfitta dalle truppe Austriache guidate dall"™ Arciduca Alberto D"™Asburgo. Nelle truppe austriache c"™erano moltissimi soldati veneti; in special modo il reggimento Winpffen era composto solo da Veneti.
Questa animositĂ€  dei Veneti verso gli Italo-piemontesi era sorta soprattutto per la mancanza di parola e di aiuti durante la famosa resistenza di Venezia, ma anche perchĂ€¨ si erano sparse notizie sulla "fraterna" occupazione piemontese del Meridione d"™Italia: stupri, rapine, massacri, interi villaggi bruciati, plebisciti svolti sotto la minaccia delle armi, e i Veneti non volevano fare la stessa fine.
Dovettero tuttavia soccombere nell"™ottobre dello stesso anno a causa delle ingerenze dei grandi Stati europei.



Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Venice Photos and hundreds other photos of various subjects in the Image Bank of venice eXplorer .net

TOP