Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 15 07 1339:   Essendo PodestÀ  e Capitano Marin Faliero, viene emanata la prima costituz --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

è frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 29 giugno
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

29 giugno 421
Festa di San Piero.
Era una data importante nelle campagne. In questa notte si racco­glievano le erbe medicinali come aglio, cipolla e camomilla. Era ancora uso popolare che nella notte di San Piero si ponesse una chiara d'uovo in una bottiglia d'acqua esponendola all'aperto: se ne fosse uscita la figura di San Piero pescaor era considerato buon auspicio per l'andamento della stagione del raccolto.
29 giugno 836
Mentre stà  uscendo dalla chiesa di San Pietro di Castello il Doge Giovanni I Partecipazio viene assalito da un gruppo di rivoltosi, arrestato e costretto ad abdicare. Successivamente, tonsurato e ordinato frate contro la sua volontà , viene inviato sino alla fine dei suoi giorni in un monastero di Grado.
29 giugno 900
Gli Ungheri, che già  hanno messo a sacco Cavarzere, Loreo, Brondolo e Chioggia, minacciano da vicino Venezia. La flotta Veneta, comandata dal Doge Pietro Tribuno, muove incontro al nemico che s'era annidato nel porto di Albiola e lo sconfigge clamorosamente. Per ricordare la volta, cioè la fuga dei pirati avvenuta nel giorno dedi­cato al principe degli Apostoli, Albiola sarà  chiamata San Pietro in Volta.

29 giugno 1349
Il Maggior Consiglio promulga una legge contro coloro che entrano furtivamente nei monasteri per congiungersi car­nalmente con le monache. Nella legge, tra l'altro, si di­ce che i colpevoli in fortiam Dominii teneatur in bona custodià  in palatio, in Camera, vel Carcere...


29 giugno 1443
Ordinato che un nobile assuma l'incarico di difensore dei miseri prigionieri, ossia una specie di avvocato d'uffi­cio.
29 giugno 1492
Il frate francescano Bernardino Tomitan tiene una predica per invitare i Bassanesi a dare generose offerte per la costituzione del Monte di Pietà . Improvvisamente la pre­dica si trasforma in una requisitoria contro le feste da ballo, e il frate minaccia le tempeste del cielo contro chi avesse osato ballare in quel giorno consacrato a San Pietro.
Nel pomeriggio, proprio per manifestare la gioia per la fondazione del Monte di Pietà , i Bassanesi ballano egualmente. Il cielo si fa minaccioso e vien giù una grandinata che distrugge tutti i frutteti. Fra' Bernardi­no cresce in venerazione, e le offerte per il Monte di Pietà  affluiscono ancor più generose.
29 giugno 1547
Viste le forti tasse sulla vendita del vino, gli osti so­no esentati dal dazio sull'acquisto.
29 giugno 1807
Termina la gloriosa Reggenza dei Sette Comuni. Rotzo, Roana, Asiago, Gallio, Foza, Enego e Lusiana si erano costituiti in nazione autonoma nel 1310. Nel 1404 fecero atto di dedizione alla Repubblica Veneta godendo privilegi e franchigie, mantenendo intatta la loro splendida indipen­denza che venne a cessare solo con i nuovi ordinamenti napo­leonici.
29 giugno 1873
A Belluno, verso le ore cinque del mattino, si fa sentire una fortissima scossa di terremoto che dura circa quin­dici secondi. A distanza di mezz'ora, un'altra scossa vio­lentissima, seguita da altre minori.
I danni sono ingen­tissimi: nella sola Belluno due terzi dei fabbricati sono crollati o pericolanti. Quasi distrutti i paesi di Puos, Farra, Borsoi, Chies, Plois, Pieve, Socchér, Arsié, Ponte nelle Alpi, Fadalto. Nuove scosse di terremoto si fanno sentire nei mesi successivi: cesseranno del tutto nel giu­gno del 1874.

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP