Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 4 04 1423:   Alla bella etÀ  di ottant'anni muore il Doge Tommaso Mocenigo. Prima di m --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

è frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 27 marzo
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

27 marzo 1309
Durante le dispute per il possesso di Ferrara, papa Clemente V° emette con bolla "In omnen", la scomunica contro il Doge, i suoi consiglieri, tutti i cittadini di Venezia e tutti coloro che dessero aiuto, assistenza, protezione e consiglio ai Veneziani. Ordina altresì la confisca di tutti i beni mobili e immobili da loro posseduti nel Ferrarese e altrove, dichiara nulli tutti i loro trattati e convenzioni, vieta di recar loro viveri e merci, esonera i sudditi del Doge dal giuramento di fedeltà , permette a qualsiasi di farli schiavi, li esclude dall'esser testimoni, dal far testamento, dal succedere a qualsiasi beneficio ecclesiastico e infine ordina a tutti prelati e i chierici di allontanarsi dal territorio veneziano entro i dieci giorni successivi oltre i trenta concessi all'eventuale ravvedimento. In base a questa Bolla il cardinale Pelagrua, legato di Bologna, promulga a nome del Papa una crociata contro Venezia: rispondono i Padovani, i Fiorentini, i Lucchesi, gli Anconetani e tutti gli altri avversari della Serenissima.
Comincia cosi uno dei periodi più bui nella storia della Repubblica.
27 marzo 1493
Accolta con grandi onori, giunge a Venezia Beatrice d'Este in qualità  di ambasciatrice di Lodovico il Moro Signore di Milano.
27 marzo 1498
I popolani che passarono quella mattina per la piazzetta videro appeso alle forche un uomo di circa settant'anni, Antonio Landi.
Questi, che era segretario di Pregadi, mentre la moglie abitava a Padova, bazzicava la casa di una certa Laura Troilo a Santa Ternita. Là  si appartava spesso a parlare in latino con G. Battista Trevisan, anch'egli un tempo appartenente alla Cancelleria, ma successivamente espulso.
La Troilo chiacchierando con un amico gli raccontò il fatto e questi, incuriosito della cosa, si nascose dietro il letto della donna e sentì così il Landi raccontare all'altro segreti di stato perché ne informasse il Duca di Mantova.
Informato il Consiglio dei Dieci, il Trevisan venne arrestato. In carcere rifiutò il cibo e morì d'inedia. Ciononostante il Governo volle che di notte venisse appeso alle forche e vi restasse per quarant'otto ore.
La Troilo ebbe per ricompensa venti ducati d'oro e l'amico per tutta la vita un provento sul Fondaco della farina a Rialto.
27 marzo 1511
Le "signore putane" inviano una supplica al Patriarca Antonio Contarini perchè "nessuno va da loro a cagione dei peccati contro natura", pregandolo di porre in qualche modo rimedio al loro dramma.
Se e come il Patriarca possa essere intervenuto per sistemare le cose, non ci è dato sapere.
A margine annotiamo che il Sanudo riferisce come nel 1509 a Venezia le meretrici fossero ben 11.654; la cifra viene confermata dal frate predicatore Bernardino Ochino.
Esse rappresentavano quindi circa il 5% dell'intera popolazione dell'epoca, il I0% della popolazione femminile, il 20% e più delle donne in età  adatta all'antichissima professione...
27 marzo 1640
Viene reso noto che i Patrizi potranno essere privati della nobiltà  solo per tradimento o per aver commesso crimini atrocissimi.
27 marzo 1655
Dopo uno dei più lunghi Conclavi, di ben 68 scrutini, viene eletto Doge Carlo Contarini del ramo di San Felice, alla bella età  di 75 anni.
Con lui si presentarono concorrenti Leonardo Foscolo, Gerolamo Foscarini, Giovanni Barbarigo, Giovanni Pesaro e Bertucci Valier.
Durante le elezioni, ignoti avevano posto sul portone del Palazzo Ducale un foglio con scritto: "Foscolo un sordo, Foscarini un baro, Pesaro un ladro, Barbarigo un mato, i pretendenti de 'sto principato".
Il Contarini durò in carica per soli tredici mesi.
27 marzo 1703
Emanato il seguente decreto:
L'acqua dei pozzi pubblici venga usata per la preparazione dei cibi e non per esercitare arti o trarne guadagni.
27 marzo 1770
Muore a Madrid, dove stava lavorando assieme ai figli Giandomenico e Lorenzo, il celebre pittore Giambattista Tiepolo, all' età  di 58 anni.
Viene sepolto nella stessa Madrid, nella chiesa di San Martino.
27 marzo 1774
Crolla il campanile dell'isola di San Giorgio Maggiore, arrecando gravi danni alla chiesa e al convento adiacente.

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP