Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 22 01 1406:   Carlo Zen viene condannato a un anno di carcere e alla perdita di qualsiasi --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

è frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 18 luglio
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

18 luglio 1365
Muore di condormia (specie di forma psichica depressiva) il Doge Lorenzo Celsi alla non tarda età  di cinquantasette anni.
In città  corre voce che anche il veleno abbia avuto la sua parte nella morte.
Viene sepolto nella chiesa di Santa Maria della Celestia.
18 luglio 1374
Muore ad Arquà , sui colli Euganei, Francesco Petrarca. Grande amico della Repubblica Veneta, che gli aveva assegnato come dimora il palazzo delle Due Torri sulla Riva degli Schiavoni, era uso trascorrere la sua villeggiatura in Arquà .
Preso dalla bellezza e dalla quiete del luogo (che esaltò anche nei suoi scritti) vi trascorse gli ultimi anni di vita immerso negli studi prediletti.
Fu trovato morto, alle prime luci dell'alba, col capo chino sulle pagine di un libro: secondo alcuni "Le confessioni di Sant'Agostino"; secondo altri l'"Eneide".
18 luglio 1447
Durante l'infuriare della peste che decima i Veneziani, il Papa concede
indulgenze ai sacerdoti e ai medici che assistono i contagiati.
18 luglio 1573
Inizia il processo al pittore Paolo Veronese per il suo famoso quadro
"L'Ultima Cena", dipinto per il refettorio dei SS. Giovanni e Paolo.
Il processo viene intentato a causa dei personaggi e delle figure dipinte
dal Veronese, ritenute poco consone al soggetto sacro dai committenti.
A titolo di curiosità , esemplare la risposta del pittore al giudice che gli
chiede: "Che significa la pittura di colui che li esce il sangue dal naso?"
Veronese risponde: "L 'ho fatto per un servo che per qual che accidente, li possa esser venuto il sangue dal naso";
in un altro momento del processo: "Nui pittori si pigliamo licenzia che si pigliano i poeti et i matti, et ho fatto quelli due alabardieri, uno che beve et l'altro che magna presso una scala morta, i quali sono messi là , che possino far qualche officio: parendomi conveniente ch'el paron de casa, che era grande e rico, dovesse aver tal servitori".
Condannato a correggere et emendare l'opera il Maestro concordò di mutarne invece il titolo in quello di "Convitto in Casa di Levi".
18 luglio 1574
Giunge a Venezia Enrico III, Re di Polonia e presto di Francia. Il giovane
Re conquista le simpatie dei venerandi Senatori della Repubblica Veneta che decretano in suo onore accoglienze mai viste: regate, ricevimenti, un banchetto di tremila convitati e la recita in Palazzo Ducale di una
tragedia con accompagnamento musicale di Claudio Merulo, primo tentativo in Europa di opera in musica.
Inoltre il Re venne ospitato in Arsenale dove, sotto i suoi occhi stupiti, venne costruita dalle maestranze una galea, armata di tutto punto e pronta alla navigazione, in un solo giorno.
18 luglio 1580
Il Senato stabilisce il principio generale che Tutte le fondamenta che
abbiano pubblico transito siano tolte in nota e fatte aggiustar per metà 
della spesa
(a carico de) li Particulari (i proprietari delle case
prospicienti) e per l'altra metà  l'Ufficio (a carico dello stato)."
Si ricorda che nel 1587 verranno eletti sei Savi, uno per ogni Sestiere
della città , per una radicale revisione di tutte le fondamenta costruite in pietra (cioè con i macigni in marmo d'Istria).
18 luglio 1589
Solennemente inaugurato il nuovo ponte di Rialto.
I lavori erano iniziati il 9 giugno dell'anno precedente sotto la direzione
di Andrea da Ponte che l'aveva anche in parte ideato.
Si ricorda che nel 1554 avevano presentato progetti per il ponte
Michelangelo Buonarroti, Andrea Palladio, il Vignola, Sansovino, Vincenzo
Scamozzi e Alvise Boldù, ossia i più celebri architetti del tempo.
18 luglio 1779
Muore a Padova la poetessa Luisa Bergalli, accolta nell'Accademia degli
Arcadi con il nome di "Irminda Partenide".
Il suo matrimonio con il conte Gaspare Gozzi, definito un capriccio poetico, non é dei più felici.
Scarse sono le finanze domestiche, e la Bergalli non deve essere una oculata amministratrice se il cognato, Carlo Gozzi, arriverà  a dire che la sua era una amministrazione pindarica. Poco pane e molta poesia in casa del buon Gaspare e della svaporata Luisa, perché anche i :figli si dilettano a far versi. Ma padre e madre sono concordi nell'esortarli: Mamaluchi, pampalughi, imparé aritmetica e no metrica!

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP