Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 30 05 1378:   Le flotte Veneziana e Genovese si scontrano nel mare davanti ad Anzio. Con --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

è frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 25 marzo
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

25 marzo 421
La tradizione narra che in questo giorno di venerdì, al rintocco di mezzodì, nasceva ufficialmente Venezia.
Il documento sul quale questa affermazione si basa, che collega la fondazione con la visita di tre Consoli inviati da Padova con lo scopo di impiantare un centro commerciale sulle isole di Rialto, è dagli storici ritenuto più plausibile che autentico.
Comunque ogni anno, il 25 marzo, il Doge e tutta la Signoria si recano nella Basilica di San Marco per festeggiare la Fondazione della città .
25 marzo 1280
Sale in carica il Doge Giovanni Dandolo.
Il suo Dogado viene sopratutto ricordato perchè vi furono, oltre alle solite guerre (quelle non mancavano mai), inondazioni e terremoti a Venezia forse a causa dell'Interdetto pronunciato da papa Martino IV in seguito al mancato intervento dei Veneziani nella Crociata.
Il suo primogenito Andrea si uccise dopo esser stato fatto prigioniero dai Genovesi mentre era "Capitano Generale da Mar".
25 marzo 1297
Viene ordinato il restauro delle Saline di Chioggia, le più grandi della laguna.
La vendita del sale era una delle principali risorse dello Stato veneziano.
25 marzo 1376
Il Duca Leopoldo d'Austria con tremila cavalieri entra nel Trevigiano attraverso la chiusa di Quero, provocando gravi distruzioni.
Per rappresaglia a Venezia vengono sequestrate tutte le merci degli Austriaci e costoro vengono presi in ostaggio.
Per timore di una guerra vengono riedificati i bastioni di Marghera e si inviano truppe a Treviso con tre Provveditori. Questi sono muniti di pieni poteri di spendere, disporre e operare quanto credano opportuno alla difesa della città .
25 marzo 1385
Viene condannato a due anni e tre mesi di carcere e duecento lire di multa il medico Nicolò Giustinian perché, innamorato di suor Fiordelise Gradenigo, era entrato più volte con chiavi false nel monastero di San Lorenzo a Castello per congiungersi alla sua diletta, dalla quale ha avuto un figlio.
25 marzo 1414
Grandi feste indette dalle "arti" in Piazza San Marco in onore del nuovo Doge Tommaso Mocenigo.
L'arte degli Oresi organizza un grande torneo al quale prendono parte Nicolò d'Este Marchese di Ferrara con duecento cavalli e Francesco Gonzaga Signore di Mantova con duecentosessanta.
I premi consistono in una collana d'oro con zogie e perle del valore di duecentocinquanta ducati d'oro e in due elmi con penne di struzzo bianco.
La collana viene vinta da un cavaliere al seguito del Gonzaga (altri cronisti affermano essere stato al seguito dell'Estense) mentre gli elmi vengono vinti uno per parte.
L' arte dei Samiteri (venditori di stracci e filacci di seta e cotone) invece indice una grande giostra con in premio un paliotto e un panno d'oro, lavorato con seta bianca del valore di centocinquanta ducati. Questi premi vengono vinti da un gentiluomo veronese e da un mantovano.
Si calcola che alle feste abbiano assistito non meno di cinquanta o sessantamila persone.
25 marzo 1495
Il Papa Alessandro VI Borgia onora il Doge Agostino Barbarigo conferendogli la Rosa d'Oro; questa insegna era conservata nel Tesoro di San Marco fino all'arrivo di Napoleone.
25 marzo 1507
Il Doge pone la prima pietra per la riedificazione della chiesa di San Fantin.
A titolo di curiosità , le cronache riportano che nel 1533 la chiesa non era ancora terminata.
25 marzo 1527
Arriva a Venezia Pietro Aretino.
Figlio di un povero calzolaio di Arezzo, poeta ma sopratutto scrittore satirico e di lingua a dir poco velenosa, a Venezia stringe ben presto amicizia con Tiziano Vecellio e poco dopo viene accolto benevolmente dallo stesso Doge Andrea Gritti.
Fino al 1551 abiterà  in casa Bollani ai SS. Apostoli, convivendo con alcune amanti chiamate appunto "Aretine", dopo di chè si trasferirà  in una casa di Leonardo Dandolo sulla riva del Carbon a Rialto.
25 marzo 1600
Gerolamo Dall'Acqua, Pievano della chiesa di San Giacomo di Rialto, rinnova la lapide relativa all'atto di fondazione della chiesetta, ritenuta unanimemente la più antica di Venezia.
25 marzo 1631
Il Doge Nicolò Contarini, assieme al Patriarca Giovanni Tiepolo, pone la prima pietra del Tempio dedicato alla Madonna della Salute.
25 marzo 1660
Un grave incendio distrugge completamente la chiesetta di San Basso, in Piazzetta dei Leoncini a San Marco.

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP