Nascita di Venezia

Storia di Venezia

English Text
Correva a Venezia l'anno
..................
Storia di Venezia, il giorno
Storia di Venezia, ricerca
...
VENEZIA, 23 02 840:   Sotto il Doge Pietro Tradonico, nel trattato di Pavia l'Imperatore Lotario --->>
Venice Map 1525 Luigi Gigio Zanon

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Questa rubrica sulla Storia di Venezia e del Veneto

è frutto di anni di ricerche negli Archivi dei Frari, alla Marciana e al Correr.
Fra gli antichi scaffali, nello scartabellare antiche Buste, Raspe, Commentarii, ho avuto modo di assaporare l'emozione del toccare manoscritti vecchi di secoli, con firme e sigilli di Procuratori, Dogi, Condottieri...
Ho scoperto cose interessanti che ho trascritto in parte su libri, altre le ho inserite in diapo-film, altre ancora sono ferme allo stato di semplici annotazioni nei miei archivi personali.

Luigi "Gigio" Zanon

Storia di Venezia, il giorno 13 dicembre
<span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno precedente</span> giorno precedente     giorno seguente <span style="font-size:12px; font-weight:normal;">giorno seguente</span>

13 dicembre 1271
Sottoposto a riforma e approvato dai Giustizieri Vecchi il Capitulare dei Fonticariis, ossia il "Capitolare dei Venditori di Frumento, Biade e Legumi" o "dei Biadaioli".
Fra le varie norme, il negoziante deve giurare di non ingannare i compratori disponendo la merce scelta sulla cima dei sacchi e la più scadente sotto; di servirsi delle apposite misure bollate e di non frodare sul peso.
13 dicembre 1278
Viene proibito l'acquisto di sale per conto di stranieri. Si ricorda che il commercio del sale era una delle principali entrate del Comune di Venezia.
13 dicembre 1462
Proveniente da Egina, la reliquia della testa di San Giorgio Martire viene solennemente offerta al monastero di San Giorgio Maggiore.
13 dicembre 1570
Vista la brutta piega degli eventi bellici conseguenti la guerra con i Turchi per il possesso dell'isola di Cipro, viene destituito il Capitano Generale da Mar Girolamo Zane, sostituito dal Provveditore a Corfù Sebastiano Venier.
Questi apprende la notizia della nomina solo nel febbraio del' 71.
13 dicembre 1575
Ritenendosi finita l'epidemia di peste iniziata il 26 marzo precedente, vengono riaperte le scuole.
13 dicembre 1781
Impiccato Giovanni Davovich, originario dalle Bocche di Cattaro in Istria.
Costui una sera, con altri amici era stato invitato nella casa del Conte Marco Lucovich a san Polo dal servo Paolo Grovich, rimasto solo a custodire il palazzo.
Accomiatatosi terminata la serata, Giovanni tornò con un cugino, uccise il Grovich con cinque coltellate, gettò il corpo nel pozzo di casa e si impossessò di cinquecento lire e di quattro balle di seta.
La mattina dopo, il Conte scoprì il furto e il cadavere del poveretto. Venne aperta un'inchiesta e individuati i colpevoli. Mentre il cugino veniva arrestato, Giovanni fuggiva da Venezia ma, arrestato tempo dopo, fu condannato alla pena capitale.
13 dicembre 1815
Ritornano a Venezia i Cavalli di San Marco.
Alle ore 10 del mattino un convoglio di grosse barche, con i quattro cavalli a bordo, muove dall'Arsenale dirigendosi verso il Bacino di San Marco.
Salutati da tre salve di fucileria, da 21 colpi di cannone e dall'urlo commosso dell'enorme folla, i cavalli vengono ricollocati sulla loggia della Basilica Marciana dopo 18 anni esatti d'assenza.
Opera d'arte alessandrina, tra il IV e il II secolo a.c., la stupenda quadriga in rame dorato che si dice abbia ornato l'Arco trionfale di Nerone e poi l'Arco di Traiano o la Mole Adriana a Roma, per essere successivamente inviata a Bisanzio dall'Imperatore Costantino.
Secondo altri, passò direttamente a Costantinopoli dall'isola di Chio. Nel 1204, al tempo della Quarta Crociata, furono portati a Venezia dal Doge Enrico Dandolo dopo la rimozione dall' ipppodromo di Costantinopoli, ove ornavano le torri sovrastanti i ricetti o carceri, sede delle bighe e quadrighe prima delle corse.
Rimasti per qualche tempo nei depositi dell'Arsenale (alcuni sostengono fino al 1250), in seguito furono sistemati sulla loggia della Basilica di San Marco, ove rimasero senza interruzione per circa sei secoli.
Portati a Parigi nel 1797 con il bottino napoleonico, furono dapprima collocati nel giardino delle Tuileries, poi sull'Arco di Trionfo di Piazza del Carrousel.
A detta di un'antica credenza popolare, ogniqualvolta i cavalli vengono rimossi dai loro piedistalli crolla, o sta per crollare, un Impero. Leggenda, forse; ma i cavalli di San Marco, nei loro movimenti, hanno davvero visto la fine di Bisanzio, di Roma, di Venezia, dell'Impero Napoleonico...
13 dicembre 1836
Un violento incendio distrugge completamente il Teatro La Fenice di Venezia, lasciando in piedi la sola facciata principale. Sarà  ricostruito, nel giro di sette mesi e secondo il modello primitivo, a opera dei fratelli Tommaso e Giambattista Meduna.
13 dicembre 1880
Precipita improvvisamente il campanile della Chiesa di Santa Ternita a Venezia.
Nessuna vittima: un operaio, travolto dalle macerie, viene estratto incolume.
I Veneziani sono allarmati; già  altri campanili sono caduti: si dice che basta un rèfolo de vento a farli crollare; si invoca un esame della statica di tutti i campanili della città .
La Musa Popolare è pronta, come sempre, a cogliere il lato umoristico della cosa:
I veneziani mati
xe deventai puteli,
adesso i tiol par man
i campanieli.

Visita la Biblioteca di Storia di Venezia su VeneziaDoc.net!

Foto di Venezia e centinaia di vari altri Soggetti nella Banca Immagini di venice eXplorer .net

TOP